Villa Gemma Bianco – Az. Masciarelli

Data degustazione: 25 maggio 2014
Vino: Villa Gemma Bianco – Colline Teatine IGT

Azienda: Masciarelli

Titolo alcolometrico: 12,5° alc.

Annata: 2013

foto 1 foto 2

Esame visivo:

– Limpidezza: cristallino,
– Colore: giallo paglierino,
– Consistenza: abbastanza consistente.

Esame olfattivo:

– Intensità: intenso,
– Complessità: abbastanza complesso,
– Qualità:  fine,
– Descrittori: fruttato e floreale (fiori bianchi e gialli, gelsomino, mandorla).

Esame gusto olfattivo:

– Zuccheri: secco,
– Alcoli: abbastanza caldo,
– Polialcoli: abbastanza morbido,
– Struttura/Corpo: di corpo,
– Acidità: fresco,
– Tannicità: assente,
– Sostanze minerali: sapido,
– Equilibrio: equilibrato
– Intensità: intenso,
– Persistenza: persistente,
– Qualità: fine,
– Osservazioni: una bella bollicina che pulisce il palato. Profumi netti e piacevoli. Una beva che non stanca. Trebbiano d’Abruzzo, Cocciola e Chardonnay i vigneti che danno origine a questo vino che è un ideale compagno per pasti leggeri a base di pesce.

Considerazioni finali:

– Stato evolutivo: pronto/maturo,
– Armonia: armonico,
– Abbinamenti: antipasti caldi e freddi di pesce e primi piatti sempre a base di pesce, privi di pomodoro.
– Mio voto in centesimi: 83

Benvenuta Estate!!!

Approfittando di questo lunedì 2 giugno che ci ha regalato praticamente 3 giorni di spensieratezza (anche se, personalmente, ho lavorato sia Sabato mattina che Domenica pomeriggio), mi sono potuto godere un po’ di sole e iniziare a gustarmi l’arrivo della bella stagione.

Una passeggiata a Porto Recanati e una boccata d’aria fresca sul Conero: le Marche d’estate si mettono “l’abito buono” e mostrano il meglio di se….

Torretta di Porto Recanati

Su consiglio dell’amico Francesco Annibali, ho deciso di fare un aperitivo presso l’enoteca caffè “La Parnanza“, a pochi passi dal centro di Porto Recanati: ho scoperto un locale dove degustare ed acquistare vini interessanti…

La parnanza - interno panoramico

Colpisce per lo stile un po’ particolare, con soffitti “affrescati” non so come da alcuni stessi clienti del locale che hanno lasciato qualche testimonianza del loro passaggio con frasi e saluti vari…
Qui ho potuto assaggiare un Garganega in purezza: il Soave Superiore DOCG “Runcata dell’Azienda Corte Giacobbe.

Runcata - Soave superiore fronte

Un bianco piuttosto strutturato ed alcolico (con i suoi 13 gradi), dal colore giallo “oro vecchio” brillante, con un naso abbastanza intenso, ma decisamente complesso e fortemente direzionato verso sentori di frutta tropicale e fiori surmaturi…quasi appassiti. Tant’è vero che, inizialmente, temevo si trattasse di un vino leggermente ossidato.

Runcata - Soave superiore retro

In bocca è secco, abbastanza caldo, molto sapido e fresco, con una spiccata mineralità!

Un vino probabilmente più autunnale che estivo, da abbinare a formaggi stagionati e magari anche a primi piatti piuttosto complessi, ma senza pomodoro, come (forse) dei maccheroncini al formaggio gratinati… Chissà…!

Quel che è certo, invece, è che, tra prime sagre, scuole che stanno per chiudere e queste belle giornate di sole, l’Estate sembra davvero essere arrivata ed io auguro a chiunque di potersela godere nella nostra stupenda Regione, capace di rasserenarci al mare con i suoi profumi salmastri e sul Monte Conero, con albe e tramonti poetici…

Panorama dal Poggio