Grande anteprima del RiStocco

Anteprima da 10 e lode per il RiStocco di Compagnucci
D’Angelo, Serri e Marani soci onorari dell’Ordine
ristocco
L’ottimo esordio del RiStocco e lo Stoccafisso all’Anconetana «più buono assaggiato finora», quello preparato dallo chef Dalmazio Rossi della Cantinetta del Conero che ieri sera ha ospitato l’assemblea dei soci dell’Ordine Cultori della Cucina di Mare “Re Stocco, riunita per l’approvazione dei bilanci e in vista dell’evento fissato per fine maggio (da sabato 27 a domenica 29) in piazza Pertini ad Ancona.

Una manifestazione per la quale, vista l’iniziativa di Coldiretti “Abbiamo riso per una cosa seria”, con la vendita di riso 100% italiano in favore dell’agricoltura familiare in Italia e nel mondo, è stata ideata dal maestro sommelier Gualberto Compagnucci una nuova ricetta. Si tratta del RiStocco, risotto alla zafferano mantecato con le patate e guarnito con Stoccafisso all’Anconetana. Il piatto è stato servito ieri in anteprima alla cena post assemblea riscontrando commenti più che positivi. Nel corso della serata sono state anche conferite le tessere di socio onorario a Sandro Marani, delegato di Ancona dell’Accademia della Cucina Italiana, Angelo Serri, ideatore e direttore di Tipicità, e Italo D’Angelo, già Questore di Pesaro e oggi consigliere comunale di Ancona.

da sinistra D'Angelo, Serri, Marani, chef Dalmazio Rossi e Marinelli
Da sinistra: D’Angelo, Serri, Marani, chef Dalmazio Rossi e Marinelli
Il presidente dell’Ordine, Bernardo Marinelli, dopo essersi congratulato con chef Rossi per la sua interpretazione dello storico piatto, ha illustrato ai soci la manifestazione di fine maggio. Ancona Capitale dello Stoccafisso si terrà in piazza Pertini e ospiterà diversi concorsi enogastronomici. A partire dalla Selezione Vini in abbinamento con lo Stocco (quarta edizione), passando per la gara tra ristoranti, la competizione tra le ricette di casa (a cui prendono parte massaie e massai privati) e «una disfida tra pro loco e associazioni che si occupano di valorizzare sul loro territorio questo piatto eccezionale» ha aggiunto Marinelli. I vincitori saranno proclamati durante la manifestazione mentre la premiazione vera e propria si svolgerà l’11 novembre, data della tradizionale cena di gala di “Re Stocco”.
Claudio Gagliardini (Coldiretti) alle prese con il RiStocco
        Claudio Gagliardini (Coldiretti) alle prese con il RiStocco

Nuove ricette: il Ristocco di Gualberto Compagnucci

Nuove ricette, ecco il Ristocco elaborato dal maestro sommelier Compagnucci

ristocco

Re Stocco fa il punto della situazione in vista del grande evento “Ancona Capitale dello Stoccafisso” che si terrà a fine maggio in piazza Pertini. L’Ordine Cultori della Cucina di Mare riunirà i propri soci in assemblea giovedì prossimo, 5 maggio, alla Cantinetta del Conero con l’esordio del Ristocco, ricetta elaborata dal maestro sommelier e socio fondatore dell’Ordine, Gualberto Compagnucci. Si tratta di un risotto allo zafferano mantecato con le patate e guarnito con lo Stoccafisso all’Anconetana.

il maestro

Gli abbinamenti ideali per il Ristocco – suggerisce Compagnucci – sono il Verdicchio dei Castelli di Jesi doc Classico Superiore, il Pecorino, la Ribona maceratese, l’Incrocio Bruni ma vista l’aromaticità del piatto perfetta sarebbe pure una buona Malvasia secca del Conero“.

Un piatto che si preannuncia davvero gustoso e che il pubblico potrà provare da venerdì 27 a domenica 29 negli stand che saranno allestiti in piazza Pertini per la kermesse del gusto organizzata da Re Stocco, in collaborazione con Coldiretti Marche e Confartigianato Imprese. Intanto l’anteprima per i soci, impegnati nell’approvazione del bilancio 2015 e del preventivo 2016, cucinata dallo chef Dalmazio Rossi della Cantinetta che nel menu dell’occasione ha inserito anche baccalà fritto e, ovviamente, lo Stoccafisso all’Anconetana.

bernardo marinelli

È un nostro obiettivo lanciare una nuova ricetta ad ogni evento – spiega Bernardo Marinelli, presidente dell’associazione – e portarla a conoscenza dei soci e di tutto il pubblico che ringraziamo per la grande partecipazione che registriamo nei nostri appuntamenti“.