A proposito di Integrazione Alimentare – prima puntata

Cominciamo oggi ad introdurre un argomento vasto, spesso contraddittorio e dove è facile disorientarsi: gli integratori.

Parleremo di integratori perché a lungo ho avuto la convinzione che non servissero, nel caso in cui si facesse ricorso ad una alimentazione varia, senza preclusioni particolari.

Nel tempo, però, ho dovuto ricredermi: un po’ perchè è veramente difficile mangiare di tutto, senza eccessi ed assimilare continuamente le giuste quantità di principi nutritivi, un po’ perchè gli alimenti che comunemente acquistiamo sono quasi sempre stati soggetti a processi tecnologici che ne hanno almeno in parte modificato la biodisponibilità di alcuni principi. Per non parlare, poi, di tutti i trattamenti a cui normalmente sottoponiamo gli alimenti prima di consumarli (cottura, stufatura, aggiunta di sale, ecc…), che contribuiscono anch’essi ad alterare il profilo nutrizionale di partenza.

Si fa sempre maggior uso, allora, di integratori alimentari, a volte anche abusandone. Diciamo subito che gli integratori alimentari non sono nè medicine nè prodotti dietetici, ma servono esclusivamente ad integrare la nostra alimentazione a scopo salutistico. Non sono, quindi, alimenti, ma una fonte concentrata di nutrienti con effetto nutrizionale o fisiologico.

La scienza che studia se un alimento o un integratore può essere in grado di avere effetti positivi sulla salute è detta NUTRACEUTICA.

E’ bene ricordare che è sempre meglio consultare un medico o un esperto di integrazione alimentare prima di introdurre all’interno del proprio corpo pillole, pasticche o sciroppi vari, così come è importante avere ben chiaro quale sia il “problema” che vogliamo provare a risolvere con un integratore.

Siamo davvero sicuri di non poterne fare a meno??

images