Stocco, street food e solidarietà…Ancona, settembre 2016

#Stocco, #StreetFood e solidarietà: piazza Pertini diventa il fulcro del sabato sera anconetano

«Siamo riusciti nell’impresa di riempire piazza Pertini. Nella serata di sabato siamo stati davvero presi d’assedio. Gli amanti dello stocco, il piatto principe dell’eccellenza di Ancona sono sempre in crescita». È il commento di Bernardo Marinelli, presidente dell’Ordine Cultori della Cucina di MareRe Stocco“, l’associazione che insieme a Coldiretti Marche e Confartigianato Imprese, ha organizzato la tre giorni di Street Food di piazza Pertini. Partita a rilento il venerdì, l’evento ha catalizzato migliaia di avventori per tutta la giornata di sabato. Stoccafisso, cucinato all’Anconetana o come sugo per i paccheri dagli chef Massimo Bomprezzi e Vittorio Serritelli con gli studenti dell’Istituto Alberghiero Panzini di Senigallia, che sale in cattedra, dunque. 
Il boom di presenze si è registrato sabato sera quando la movida anconetana ha scelto piazza Pertini per cena e dopocena ravvivato, tra l’altro, dal concerto dei So Soul: Veronica Key e Stritti con Shiffa al dj set. «Anche stavolta – aggiunge Marinelli – abbiamo fatto fatica a soddisfare le richieste dei consumatori. E questo nonostante il tempo incerto della giornata di venerdì. Come “Re Stocco” abbiamo deciso, proprio per incontrare le richieste di quanti non sono riusciti ad assaggiare il nostro Stoccafisso all’Anconetana, di aprire anche ai non soci la nostra cena di gala che organizziamo tutti gli anni. L’appuntamento, previa prenotazione, è per il prossimo 11 novembre al Ristorante Delle Rose a Marina di Montemarciano». 
Ottima anche la raccolta solidale per le popolazioni terremotate. Per i numeri finali si attende il conteggio di lunedì a stand chiusi, ma intanto, per far rendere l’idea, vale la pena di evidenziare che la sola iniziativa di Coldiretti, con la Caciotta Solidale, venduta ai banchi del mercato di Campagna Amica, ha segnato quota 300 forme vendute tra venerdì e sabato. L’intero ricavato della vendita del formaggio, fatto con il latte delle stalle delle zone terremotate da Grifo Latte, Coldiretti e Fondazione Campagna Amica, sarà destinato alle aziende distrutte dal sisma. Ma anche le aziende del mercato hanno messo in atto iniziative singole, come quella dei Sapori dei Monti di Massignano che ha destinato agli allevamenti colpiti dal sisma un euro per ogni tre di spesa sui cocomeri e uno su ogni due di spesa per le marmellate in vendita.
Marco Catalani
ufficio stampa
Annunci

Cucina di Mare: ad Ancona non c’è solo la Fiera di San Ciriaco

E’ stato un week end all’insegna di prodotti di qualità e tempo sereno, presso il capoluogo marchigiano, in occasione del Festival della Cucina di Mare.

Grande successo per lo Stoccafisso all’Anconetana, i Sardoncini a Scottadito, la Polenta, lo Stoccafisso, i Paccheri con lo Stocco ed il “Terramare”, la nuova ricetta di zuppa di legumi e stocco. Un ricco menù quello proposto allo stand dell’Ordine Cultori della Cucina di Mare “Re Stocco”, organizzatore dell’evento, con la partecipazione di Coldiretti Marche e Confartigianato Imprese ed il patrocinio della Regione Marche, del Comune di Ancona e della Camera di Commercio.

Io personalmente mi sono concesso una passeggiata (e alcuni assaggi) durante il pomeriggio della Domenica e sono rimasto davvero colpito apprendendo del grande successo della manifestazione: le scorte, infatti, sono terminate con il raggiungimento delle 10mila porzioni, l’obiettivo che si erano posti gli organizzatori dell’Ordine Cultori della Cucina di Mare “Re Stocco”. Terramare, la zuppa di legumi e stoccafisso, è andata a ruba. «Un binomio che la gente ha apprezzato. Un piatto completo e allo stesso tempo dietetico» è il commento degli chef Massimo Bomprezzi e Vittorio Serritelli che hanno ideato la preparazione.

Gusto e qualità ormai sono conosciuti. Il bel tempo del fine settimana lungo appena trascorso ha fatto il resto con il Viale pieno e lunghe code agli stand per gustare piatti di stocco o i prodotti tipici dei produttori di Campagna Amica Coldiretti. «Chi consuma spesso non sa cosa mangia. Con queste iniziative, Coldiretti e Re Stocco, vogliamo mettere sul banco il nostro prodotto e raccontare quello che abbiamo da offrire ai consumatori» spiega Emanuele Befanucci, presidente di Coldiretti Ancona. Finito il Festival già si pensa alla prossima iniziativa: il 27, 28 e 29 maggio, infatti, Piazza Pertini ospiterà la manifestazione Ancona Capitale dello Stocco. Oltre al consueto mercato di enogastronomia d’alta qualità, vi saranno anche alcune iniziative collaterali, come il premio per il ristorante più abile a preparare lo Stoccafisso all’Anconetana, la miglior realizzazione casalinga (in gara le massaie anconetane) e l’edizione 2016 della Selezione Vini in abbinamento con lo Stoccafisso all’Anconetana.

IMG_20160320_190042

Segnatelo in agenda!! Sarà certamente un altro successo.

18-20 Marzo 2016: Festival della cucina di mare ad Ancona

Lo Stoccafisso all’Anconetana si prenota come piatto principe del menù di Pasqua. La sensazione è questa dal Viale della Vittoria dove si sta lavorando all’allestimento del Festival della Cucina di Mare, l’evento che da venerdì 18 a domenica 20 marzo caratterizzerà le giornate anconetane all’insegna dei prodotti ittici e della filiera della pesca. «C’è molto interesse già ora mentre stiamo preparando – commenta Bernardo Marinelli, presidente dell’Ordine Cultori della Cucina di Mare “Re Stocco” – Con la vicinanza della Pasqua e la tradizione del Venerdì Santo abbiamo ricevuto tante prenotazioni per l’asporto. Lo stoccafisso si conferma piatto di punta della tradizione regionale».

passetto2

Aperti dalle 9 alle 22, saranno circa 50 gli espositori presenti per proporre le loro offerte culinarie. Tra questi anche i produttori di Campagna Amica Coldiretti e il main stand di “Re Stocco”, l’associazione organizzatrice con la partecipazione di Coldiretti Marche e Confartigianato Imprese e il patrocinio della Regione Marche, Comune di Ancona e Camera di Commercio di Ancona. Al lavoro gli chef Massimo Bomprezzi e Vittorio Serritelli, docenti dell’Istituto Alberghiero “Panzini” di Senigallia con Stoccafisso all’Anconetana, rigorosamente preparato secondo la ricetta codificata nella De.Co., polenta con lo stoccafisso e “Terramare“, zuppa di legumi accompagnata dallo stocco. Una preparazione, quest’ultima, ideata dai due chef e che che farà il suo esordio proprio durante la tre giorni. Piatti che si potranno degustare sul posto o, con il servizio take away, anche a casa, a partire dalle 11.30 e fino alle 15 e dalle 18 alle 22.

Gastronomia: "Azzurro Festival" pesce e vini marchigiani al viale della Vittoria di Ancona

Tutte le preparazioni proposte saranno cucinate con i prodotti dell’agricoltura marchigiana delle aziende di Campagna Amica Coldiretti, presente con numerosi espositori. Un evento che punta a incentivare il consumo dei prodotti ittici, oltre a contribuire alla salvaguardia della storia e delle tradizioni del mondo della pesca, a sostenere l’intero comparto agroalimentare marchigiano e in particolare quello dell’enogastronomia, nelle produzioni storiche e nelle nuove realtà creative e produttive del settore.

                                                                            – Marco Catalani, ufficio stampa –

A Falconara, in attesa di Degustart, da domani c’è Fritto di Marca!!

Falconara, tre giorni del gusto: da domani c’è Fritto di Marca. Gli chef: Alberghiero garanzia di alta qualità”
fritto-pesce-verapizza
 
Falconara si prepara alla tre giorni del cibo di qualità di Fritto di Marca. Circa 30 stand occuperanno da domani, venerdì 8 maggio, a domenica 10 maggio, dalle 9 alle 23, tutta l’area pedonale di via Bixio con prodotti di qualità, enogastronomia a vendita diretta e km0.
 
L’evento è alla sua edizione “zero”. Ordine Culturi della Cucina di Mare “Re Stocco” e Accademia dello Stoccafisso all’Anconitana, le due associazioni organizzatrici insieme all’assessorato al Turismo del Comune di Falconara e Confartigianato Imprese, sono alla loro prima uscita falconarese dopo le fortunate kermesse anconetane dedicate ai sapori, al pesce azzurro e allo street food. 
 
Allo stand principale, quello delle associazioni, che sarà posizionato all’altezza di piazza Mazzini, opereranno gli chef Massimo Bomprezzi e Vittorio Serritelli, docenti dell’Istituto Alberghiero Panzini di Senigallia. Con loro una brigata di 10 studenti. “La presenza della scuola – spiega chef Serritelli – è garanzia di elevata qualità elevato per la manifestazione. faremo piatti della gastronomia locale cercando di dare con il nostro contributo un valore aggiunto”. 
 
“Il fritto ci permette di approcciare il pesce azzurro, un alimento importante sia dal punto di vista nutrizionale, perché ricco di omega 3 e grassi insaturi, sia dal punto di vista economico: non parliamo di pesci di allevamento ma di pesce fresco pescato nel nostro mare Adriatico” conclude chef Bomprezzi. 
pesce fritto 1

Ancona Street Food: il programma

Ancona, Street Food al via: ecco il programma

viale vittoria 1

Street Food della Vittoria, ci siamo. Inizia domani la due giorni del cibo da strada con il Viale della Vittoria pronto ad accogliere i circa 100 stand, provenienti da tutta la penisola, con i prodotto della tradizione enogastronomica del Belpaese. La cerimonia di inaugurazione ufficiale si terrà alle 12 ma i banchi delle specialità “cotte e mangiate” saranno aperti a partire dalle 9 fino alle 24. Tante iniziative collaterali come il convegno dedicato alle politiche agricole adottate dall’Unione Europea, street art, musica e sport. La manifestazione è organizzata dall’Ordine Cultori della Cucina di Mare “Re Stocco” e Accademia dello Stoccafisso all’Anconitana, in collaborazione con Coldiretti Marche e Istituto Marchigiano di Tutela Vini.

Gli stand

Proposte culinarie di cibi da strada da tutta Italia. Dagli arancini ai cannoli siciliani, dagli arrosticini abruzzesi alle seadas e al pane carasau sardi, formaggi anche dal Piemonte, salumi dalla Toscana ma anche piatti della tradizione emiliana, veneta, trentina, lombarda, campana, molisana e pugliese. Ma anche caldarroste e proposte gluten free. L’evento ospiterà anche una nutrita sezione dedicata alle birre marchigiane: prive di conservanti, non pastorizzate, non filtrate, a bassa fermentazione, di grano ma anche di castagne o aromatizzate alla mela rosa. Oppure gelatine di birra, ottime al posto di miele e mostarde per accompagnare i formaggi. Le Marche saranno ben rappresentate dai produttori del mercato di Campagna Amica. Nello stand principale, gli chef Massimo Bomprezzi e Vittorio Serritelli prepareranno baccalà fritto, stoccafisso all’anconetana accompagnato dalla polenta e cartocci di Stoccoliva all’Anconetana, un matrimonio del gusto con Olive all’Ascolana e farcitura di stoccafisso.

Street Art

Evento nell’evento. Domani, dalle 10 fino a mezzanotte, piazza Diaz ospiterà Deeaz Scipliness Hip Hop. Si tratta di una super Jam con i migliori esponenti della scena hip hop anconetana. Una trentina di artisti, tra cuiLizhard e Stritti, tra graffiti, ballo, rap e deejaying. I writer inizieranno a creare le loro opere su pannelli adibiti ad hoc a partire dalle 10 a oltranza. Alle 16, spazio agli hip hop dancer, tra show e lezioni, si accenderanno le casse per un dj set (prevista anche la presenza di una special guest del calibro di dj Elel) che andrà avanti anche dopo le 21 quando sul palco si alterneranno i rapper per un live da non perdere.

Agrodolce in concerto

Dalle 18 alle 20 e dalle 21 alle 23, nel palco allestito di fronte allo stadio Dorico, si esibiranno gli Agrodolce. La band propone brani storici anni ’60 e ’70. Un evento gratuito che amplia l’offerta della manifestazione.

Street babies

Sempre in piazza Diaz sarà allestita un’area bimbi con laboratori, giochi, palloncini, intrattenimento, face painting, bilinguismo infantile da 0 a 10 anni, musicoterapia e approccio alla musica per bambini insieme ai genitori. Il fotografo scatterà dei preziosi momenti con i personaggi dei cartoni animati più amati. Sarà presenta anche una nursery attrezzata con zona fasciatoio, pannolini, area allattamento. Un servizio utile per le famiglie che hanno intenzione di fermarsi a mangiare tra gli stand della manifestazione.
Gli orari: sabato dalle 15 alle 20 e domenica dalle 10 alle 20.

Il convegno di Coldiretti

L’Europa buona, dalla politica agricola più cibo, qualità e ambiente”. È questo il tema del convegno, organizzato da Coldiretti Marche, che si terrà domani, a partire dalle 10, all’hotel Passetto, in via Thaon de Revel 1. I lavori prevedono gli interventi di Emanuele Befanucci (presidente Coldiretti Ancona), di Andrea Bordoni (Servizio Agricoltura Regione Marche) e le conclusioni di Prisco Lucio Sorbo (direttore Coldiretti Marche).

Street Food della Vittoria – spiega Bernardo Marinelli, presidente di Re Stoccosi inserisce a pieno titolo nel percorso verso l’Expo 2015 per la progettazione partecipata del Padiglione Italia ma anche nel piano di azione della Macroregione Adriatico Ionica che tra i suoi pilastri prevede anche blue economy e turismo. Senza dimenticare la promozione e la valorizzazione della cultura enogastronomica regionale e italiana intesa come modalità di preparazione dei cibi con prodotti agricoli di qualità. Vogliamo far diventare Street Food del Viale un grande appuntamento fisso e di portata nazionale per la città di Ancona”.

viale della vittoria 2

Viale dei Sapori (Ancona) – APPROFONDIMENTO

VIALE DEI SAPORI, CHEF PRONTI A STUPIRE IL PUBBLICO

Chef Bomprezzi e chef Serritelli alla guida della brigata di studenti del Panzini di Senigallia. A loro è affidato il punto ristoro della manifestazione. Selezione vini, già 40 aziende partecipanti

Due grandi chef come Massimo Bomprezzi e Vittorio Serritelli (rispettivamente a sinistra e destra della foto sottostante) sono pronti a guidare una brigata di 12 studenti dell’Istituto Alberghiero Panzini di Senigallia per il cuore del Viale dei Sapori. La grande kermesse del gusto che da venerdì 27 a domenica 29 giugno sarà allestita lungo Viale della Vittoria avrà un grande spazio ristoro nei pressi dello stadio Dorico.

da sinistra_Massimo Bomprezzi e Vittorio Serritelli

Si potranno assaggiare piatti a base di stocco ma anche di pesce azzurro dell’Adriatico. Che, rispettando le tradizioni culinarie doriche corrispondono allo Stoccafisso all’Anconetana e ai Sardoni a scottadito.

“La ricetta dello stoccafisso – spiega chef Bomprezzi – sarà classica e punteremo molto sulla qualità dei prodotti da utilizzare. Come l’olio ad esempio per esaltare al meglio lo stoccafisso che di per sé è insapore rispetto al baccalà. Per esaltare il sapore, anziché vino e acqua per la cottura utilizzeremo solo brodo di stoccafisso. Per quanto riguarda il pesce azzurro invece ci concentreremo sulla ricetta tipica delle Marche che prevede il pane aromatizzato con prezzemolo e rosmarino. Un’eccellenza di casa nostra piena di gusto a differenza dei pesci d’allevamento con il loro sapore standardizzato”.

Possibilità di assaggiare ma anche di chiedere consigli ai due esperti per poi tentare di riproporre in casa le ricette. Tutte realizzate con i prodotti presenti alla mostra mercato di Coldiretti.

“Avremo con noi ragazzi del terzo anno e dei corsi serali – anticipa chef Serritelli – e riproporremmo la ricetta con la quale il Panzini ha vinto nel 2010 un premio di Re Stocco. Per la scuola questa iniziativa rappresenta un momento di crescita e valorizzazione della cultura. Non dimentichiamoci però che l’utilizzo di prodotti del territorio ha anche una valore etico: sia dal punto di vista della salute che da quello economico”.

L’evento è organizzato dall’Ordine dei Cultori della Cucina di Mare “Re Stocco” e dall’Accademia dello Stoccafisso all’Anconitana e Coldiretti Marche con il patrocinio di Regione Marche, Comune di Ancona e Camera di Commercio di Ancona. L’obiettivo è quello di far promuovere i prodotti dell’agroalimentare marchigiano, di sostenere un consumo responsabile quanto salutare e infine, ma non meno importante, salvaguardare il nostro Made in Italy.

Il Viale dei Sapori ospiterà, oltre al Festival dello Stoccafisso anche due importanti concorsi: la seconda edizione della Selezione regionale per eleggere il miglior vino in abbinamento allo Stoccafisso. Il concorso, che vede già circa 40 aziende partecipanti, è organizzato in collaborazione con l’Istituto Marchigiano Tutela Vini e la sezione regionale dell’Associazione Italiana Sommelier. Contestualmente sarà realizzata la prima Selezione dell’Olio Monovarietale in abbinamento al pesce dell’Adriatico.